fbpx

Scan Body Intraorali e analoghi virtuali

Il settore Digitale Odontoiatrico è in crescita esponenziale, grazie all’avvento di nuovi sistemi di scansione intraorale. Negli ultimi anni il numero dei sistemi di scansione intraorale è aumentato notevolmente.

Tra il 2016/2017 la richiesta di eseguire lavorazioni tramite scansione intraorale è aumentata di molto,ė un mercato che si sta facendo più interessante,non solo vengono richieste lavorazioni estetiche o ortodonzia, ma anche di lavorazioni implantari.

Ad oggi giorno è sempre più presente il metodo di scansioni intraorali su impianti , lavorazione decisamente meno traumatica, sia da parte del paziente che per i suoi tessuti.

Gli Scan Body Intraorali sono classificati come strumenti di misura, hanno la stessa funzione di quelli da Laboratorio, servono per identificare una coordinata precisa nell’ambiente virtuale, ma la loro forma deve rispettare una tolleranza minima (inferiore a +/- 0,005 micron rispetto la libreria Cad), sia nella sua dimensione verticale che orizzontale.

CAD 4D propone la propria linea di Scan Body Intraorali, creati esclusivamente per realizzare abutment avvitati , corone singole avvitate, ponti e strutture di piccole dimensioni avvitate direttamente su impianti.

Bisogna essere realisti, e identificare quali sono i limiti dei vari sistemi di scansione intraorale, ad oggi non esiste ancora la tecnologia che ci possa garantire una precisione ad alto livello per un all-on-6, all-on-4 o Toronto Bridge ecc.

È risaputo che una tolleranza eccessiva del manufatto protesico avvitato direttamente , può creare tensioni a livello di Fixture implantare, sia in trazione che in compressione, con la conseguenza possibile di fratture viti protesiche, della stessa Fixture implantare o addirittura della disosteo-integrazione.

Quindi, per le piccole riabilitazioni implantari a connessione diretta, l’utilizzo dello scanner intraorale, diventa uno strumento molto interessante, perché è in grado di fornirci una precisione ma soprattutto una ripetibilità del risultato.

In molti casi protesici si ha la necessità di dover sviluppare dei modelli fisici, per una migliore gestione del manufatto protesico, grazie ai software Cad e alle funzioni di “model builder/model creator” è possibile creare dei modelli virtuali e produrli in modelli reali tramite la stampa 3D.

La stampa 3D con tecnologia a SLS o DLP, oggi garantisce una buona qualità superficiale, stampando con layer molto ridotti (0,025/0,050 micron).

Grazie all’utilizzo delle funzioni di “model builder/model creator” è possibile creare dei modelli virtuali con la predisposizione dell’alloggiamento degli analoghi, ma quest’ultimi devono avere una forma esterna predisposta per l’inserimento e il bloccaggio in un unica posizione.
CAD 4D ha realizzato una propria linea di analoghi predisposti per la prototipazione, studiati appositamente per essere in relazione agli Scan Body Intraorali.

Nella gestione del flusso digitale, indipendentemente dalla tipologia del manufatto protesico, gli Scan Body Intraorali determinano una coordinata nell’ambiente 3D, questa coordinata viene utilizzata anche per la posizione degli analoghi virtuali, quindi è possibile creare modelli fisici con la predisposizione geometrica dell’analogo reale.